CONVEGNI S.I.A.F. - Area Centro Italia

 


 

Descrizione 

Luogo Data

CONVEGNO NAZIONALE S.I.A.F. . "La Relazione di Aiuto: Tra Arte e Scienza"

RELAZIONE CONVEGNO a cura di Massimo Catalucci

 

Commenti dei partecipanti

ROMA 11 / 12 nov. 2011

 

-----------------------------------------------------

 

 

 

III CONVEGNO NAZIONALE S.I.A.F.

Roma - 11/12 novembre 2011

Palazzo Valentini

Sede della Presidneza della Provincia di Roma

Sala Mons. Luigi Di Liegro

 

RELAZIONE CONVEGNO

a cura di

Dott. Massimo Catalucci Cr.

 

 

 Palazzo Valentini - Ingresso      

 

 

Nei giorni 11 e 12 novembre 2011, nell’eccezionale cornice di Palazzo Valentini, sede della Presidenza della Provincia di Roma, si è svolto, presso la Sala dedicata a Mons. Luigi Di Liegro, il secondo dei tre Convegni Nazionali promossi dalla S.I.A.F. (Ente di Certificazione Professionale per Armonizzatori Familiari, Counselor e Operatori Olistici).

 

 

L’evento, che ha riscosso un notevole successo, è stato patrocinato, oltre che dalla Presidenza della Provincia di Roma, anche dalla Regione Lazio (Assessorato Cultura, Arte e Sport); da Roma Capitale (Assessorato Attività Economico Produttive, Formazione, Lavoro e Litorale); dal Comune di Ardea (Assessorato Servizi Educativi, Cultura e Servizi Sociali), a testimonianza dell’importanza dell’argomento proposto.

Il Convegno è stato motivo di confronto e condivisione tra le varie figure professionali che operano nel settore delle relazioni di aiuto alla persona. Si sono susseguiti, al tavolo dei relatori, oltre ai professionisti nel campo del Counseling, degli Armonizzatori Familiari e degli Operatori Olistici, rappresentati dalla S.I.A.F., anche altre figure professionali riconducibili alle attività di Pedagogia, Psicologia e Psicoterapia, Psichiatria, Sociologia, Medicina, Filosofia.

Ognuno, secondo le proprie conoscenze e competenze, si è fatto portavoce del desiderio di realizzare un progetto comune: creare una comunità di saperi multidisciplinari, quale contenitore da cui attingere per acquisire ulteriori conoscenze spendibili nelle attività strutturate e professionali delle "Relazioni di Aiuto alla persona".

L’evento, organizzato e coordinato interamente dall’Ass. I.N.S.E.U., sulle linee guida della S.I.A.F., si è svolto in un clima di forte partecipazione, con una vigile attenzione dei presenti in platea che hanno potuto apprezzare i contenuti degli interventi dei relatori, tutti, di alto livello professionale.

In qualità di Chairman del Convegno, ho avuto il piacere di armonizzare i tempi e gli interventi dei relatori cercando di creare gli anelli di congiunzione necessari nel passaggio da un argomento all'altro, dando continuità e fluidità a tutte le tematiche trattate. Dall’apertura dei lavori congressuali fino alla chiusura, i concetti espressi sono risultati come un unico grande dialogo nel quale si sono amalgamate le tante "informazioni" espletate dai relatori stessi.

Un momento importante, significativo e toccante, da un punto di vista emotivo, è stato quando il Consigliere Provinciale Pier Paolo Zaccai, ha voluto esprimere il suo riconoscimento verso coloro che si dedicano con coscienza, conoscenza, competenza, nel rispetto di un’etica sociale e professionale, all’attività di Counseling.

 

 

Il Consigliere, ha voluto testimoniare personalmente come sia riuscito a trovare beneficio da alcune sedute di Counseling a cui si è sottoposto, a seguito di una spiacevole vicenda che lo ha visto vittima di un evento "traumatico", dove, per alcuni minuti, è rimasto anche senza parametri vitali. È fondamentale sottolineare che il Dott. Zaccai è laureato in psicologia, per cui le sue parole, sono un atto di riconoscimento delle conoscenze e competenze di chi svolge seriamente la professione di Counseling, in modo strutturato e professionale. Ancora di più, attribuiscono valore all’identità del Counselor, quale importante figura socio psicopedagogica, nel sostegno psicoemotivo della persona, quando, questa, si trova a vivere momenti di difficoltà, dai quali non sa come uscirne in modo razionale.

Quella del Consigliere Zaccai, è stata l’umile testimonianza di una persona che si è trovata sola e smarrita, in un momento particolare della sua vita, dove la paura, il terrore, l’aver vissuto faccia a faccia, anche solo per pochi ma interminabili minuti, la sensazione di non farcela, la sensazione che tutto stava tramontando, che le sue forze vitali lo stavano lasciando…….anzi, per qualche attimo, lo hanno lasciato (come narrato dal Dott. Zaccai e dai referti medici che testimoniano tale evento).

Con il suo intervento, l’On. Pier Paolo Zaccai ha voluto mettere in risalto l’efficienza e l’efficacia del servizio svolto dal Counselor a cui si è affidato, ma, anche, di come tale professionista abbia saputo svolgere il suo lavoro nell’ambito dei suoi confini professionali, suggerendo, successivamente quest’ultimo, la figura dello psicoterapeuta per il proseguimento di un intervento di aiuto caratterizzato da altre specifiche professionalità.

La testimonianza resa dal Consigliere Zaccai ha confermato, laddove ce ne fosse ancora bisogno, che le diverse figure professionali di Counseling, di Psicologo, di Psicoterapia, di Psichiatria, possono coesistere e lavorare in sinergia nel rispetto dei loro confini professionali, per offrire alla persona strumenti adeguati per il superamento del suo "disagio" psicofisico ed emotivo e, per permetterle di riconquistare di diritto, quella vita sociale che in qualche modo la persona stessa aveva perduto.

L’emozionate apertura del Convegno da parte del Dott. Zaccai, il quale è stato capace di parlare ai presenti, non come politico, ma come persona e con il cuore, ha coinvolto tutti i presenti in sala, i quali hanno rivolto al Consigliere Provinciale, un grande applauso di ringraziamento per il coraggio di esporsi in prima persona, quale figura pubblica, a favore del Counseling, narrando fatti personali delicati e non facili da esternare pubblicamente. È stata la prima volta che un politico ha voluto parlare di Counseling solo esclusivamente per dare valore a questa professione, omettendo qualsiasi altro fine strumentale destinato a produrre risultati diversi da quelli che il Convegno stesso si era prefissato di far emergere e che successivamente, hanno comunque trovato riscontro.

Dopo la testimonianza del Dott. Zaccai, si sono susseguiti al tavolo dei relatori, diversi professionisti che hanno confermato, con i loro interessanti interventi, la possibilità di cooperare in un clima di condivisione degli intenti, che pone al centro dell’attenzione di ogni professionista, dedito alla "Relazione di Aiuto", l’essere umano nella sua globalità.

Le parole chiavi che hanno riecheggiato per tutta la durata del Convegno, quali "Informazione", "Condivisione", "Conoscenza", "Integrazione", "Trasformazione", "Sviluppo"; hanno aperto le porte ad un mondo nuovo della Scienza, che potremmo definire post-moderna, ma che in realtà fonda le sue radici agli albori dell’esistenza umana, quando questa si poggiava principalmente sull’Arte del vivere secondo natura, nella natura, essendo noi stessi natura, sugli aspetti percettivi ed intuitivi dell’esistenza umana. L’essere umano è un universo all’interno di un universo più grande. Ha in sé tutte le funzioni vitali universali e come tale, è il contenitore di un innatismo scientifico, culturale, storico, sociale, spirituale, energetico, che entra in relazione con altre forze esterne a lui e con le quali dialoga continuamente. Occorre modulare tale dialogo nella gestione delle informazioni interne ed esterne, attraverso le quali la persona si trasforma continuamente, divenendo, costantemente, qualcosa diversa in ogni momento, pur rimanendo sempre se stessa: PERSONA. Potremmo esprimere questo concetto con un'analogia, accostando l’uomo all’acqua. Quest’ultima, per sua natura è una composizione molecolare riconosciuta con la sigla H2O. Così come l’essere umano, anche l’acqua può trasformarsi costantemente secondo le forze esterne, ma il suo principio molecolare rimane intatto. Può passare dallo stato liquido a quello gassoso, a quello solido, ma la sua essenza rimane sempre quella identificata come H2O .

Per questo stesso principio, è difficile dividere ciò che è parte integrante dell’uomo. Per lo stesso principio è controproducente, se non addirittura limitante per la nostra visione, separare le conoscenze Artistiche e Scientifiche, o Scientifiche e Artistiche, da quel patrimonio universale cui l’uomo può disporre nella sua totalità. Sono parti indivisibili di un intero e come tali, vanno considerate quali elementi essenziali nella costruzione individuale, sociale e collettiva, della conoscenza umana. L’integrazione delle infinite conoscenze umane, spesso non misurabili secondo i parametri su cui la scienza, figlia del più noto Galileo Galilei e riconosciuta ancora da alcune istituzioni come l’unica valida e tangibile conoscenza cui l’uomo dovrebbe guardare, ha di fatto spostato l’attenzione su un paradigma diverso, ora centrato sulla costruzione di un contenitore, non rigido, ma elastico, che possa accogliere informazioni multidisciplinari, per la realizzazione di validi strumenti spendibili nelle attività di sostegno alla persona nei suoi momenti di difficoltà psicofisica, emotiva e spirituale.

Elencare qui tutti gli interventi che si sono susseguiti nelle due giornate di Convegno, occuperebbe molto spazio. È importante comunque sottolineare l’apprezzamento da parte degli operatori del settore e dei visitatori presenti all’evento, i quali hanno commentato, in generale e con soddisfazione, quanto emerso dagli interventi dei relatori stessi. Non sono mancate naturalmente le critiche, risultate tutte comunque costruttive, divenendo altresì chiari indicatori per sviluppare nuovi incontri di lavoro, finalizzati a rafforzare i vari profili professionali rappresentati dalla SIAF, delineando altresì confini e competenze sempre più specifici di ogni professione. Questo non per dividere, ma per distinguere "cosa", ogni professionista può fare e "come", in relazione con altri professionisti, in un dialogo continuo, partecipativo, collaborativo, cooperativo, informativo e formativo, sempre centrato alla "Relazione di Aiuto" della persona. È la creazione di una "Cooperative Learning" formale, non formale e informale, che sviluppa quel sapere ulteriore necessario ad ogni professionista del nostro settore.

 

Nel ringraziare in primis, il Consigliere Pier Paolo Zaccai, per aver portato la sua preziosa testimonianza al nostro Convegno, rivolgo altresì i miei sentiti ringraziamenti al Presidente della Provincia di Roma Dott. Nicola Zingaretti, per averci concesso il patrocinio e l’utilizzo della prestigiosa Sala Monsignor Luigi Di Liegro. È doveroso però rivolgere anche i mie ringraziamenti all’Assessore alle Attività Produttive, Lavoro e Litorale di Roma Capitale, Dott. Davide Bordoni; all’Assessore alla Cultura, Arte e Sport della Regione Lazio, Dott.ssa Fabiana Santini; Al Sindaco del Comune di Ardea, Dott. Carlo Eufemi; per i patrocini da loro concessi degli Enti che rappresentano.

 

Un grazie naturalmente va tutti coloro che sono intervenuti nelle due giornate del Convegno di Roma, relatori, operatori del settore e visitatori.

 

Ma un grazie particolare, permettetemi di rivolgerlo allo Staff di lavoro organizzato e gestito dall’Ass. I.N.S.E.U., che ho avuto l’onore di coordinare e che ha permesso di svolgere ordinatamente e in un clima sereno, l’intero convegno. Mi sembra giusto quindi citare coloro che hanno lavorato per alcuni mesi a questo progetto: Antonella Palmieri, Giada Catalucci, Imelda Zeqiri, Raffaella Tutone, Veronica Ortolani, Carlo Sordoni, Marco Baldissone.

 

Ricordo infine che tutte le relazioni dei professionisti che si sono alternati al tavolo dei relatori, nel Convegno di Roma, verranno raccolte in un unico volume, quali "Atti del III Convegno Nazionale S.I.A.F. – La Relazione di Aiuto: Tra Arte e Scienza", insieme a tutti gli altri interventi dei relatori che sono intervenuti nei Convegni Nazionali S.I.A.F. che si sono tenuti nei mesi di Ottobre e novembre 2011 a Ripe (AN) e Milano. Per prenotare il volume su indicato, è possibile contattare la segreteria S.I.A.F. agli indirizzi di seguito evidenziati: "Segreteria Nazionale" dott.ssa Imelda Zeqiri 055-05 16 261 www.siafitalia.it

 

Riportiamo per onor di cronaca qui di seguito, in ordine come da programma, i nominativi dei relatori e titoli dei rispettivi loro interventi, che hanno avuto luogo nel Convegno SIAF di Roma:

 

Dott. Pino Perriello: - La psicosofia olistica e le tecniche della trasformazione umana; - Dott.ssa Rosalia Grande: Biodinamica esistenziale - la funzione alfa; - Dott.ssa Maria Cristina Franceschi: Proposta di Counseling Scolastico; - Dott. Franco Blezza: La metodologia componente delle professionalità d’aiuto; - Dott.ssa D’Achille Graziella: Il linguaggio neuro artistico delle emozioni nel counseling; - Dott.ssa Maria Zampiron: L’affettività, la corporeità e la socialità in età evolutiva: l’arte dei bambini nel raccontare; - Dott. Curzi Walter: La Chirologia, Introduzione allo studio della mano; - Cr. Carifi Vincenza: Il potere delle emozioni, dall’insegnamento dei curanderos messicani: - Dott.ssa Serena Forgittoni: Verso un’ecologia della coscienza; - Cr. Giordano Giohà: Che cosa mantiene l’uomo in salute; - Cr. Fabio Buccioli: La mediazione musicale nelle relazioni e la filosofia del surf; - Dott.ssa Vignato Cristina: A.Mo.Re. Attenzione Movimento Respiro. Presentazione del metodo; - Cr. Cascone Silvana: Comunicazione mente-corpo, energia o informazione?; - Dott. Marco Baldissone: L’utilizzo della musica nella Relazione Trasformativa; - Cr. Monica Melani: Il metodo MelAjna fra arte e scienza; - Dott.ssa Maria Consiglia Santillo: Patologia Oncologica, dalla "Riparazione" alla "Guarigione"; - Dott. Miguel Angel Bertrán: La filosomatica e il suo contributo a una visione integrativa della salute; - Dott.ssa Simona Vitale: La legge dell’attrazione e le scienze sociali; - Dott. Valerio Sgalambro: Eterogenesi trasmigrativa degli scenari percettivi; - Cr. Margaretha Doderer: Leadership Olistica; - Dott. Andrea Marini: Interazione Campo Morfico Quantistico fra Operatore e Ricevente nell’ambito del Trattamento Olistico; - Dott. Volpe Pietro: La comunicazione olistica.

Cordialmente

Dott. Massimo Catalucci Cr.

 


Contatti Organizzazione e Logistica

 

Dott. Massimo Catalucci Cr.: 06-89828350 // 328-9590875

 

Organizzazione e Coordinamento del Convegno: Ass. I.N.S.E.U. Via Savuto 31 Roma 00040

 

 

STAFF

 

MASSIMO CATALUCCI

Presidente Convegno e Coordinatore Progetto

 

ANTONELLA PALMIERI

Direttore di Sala e Resp. Segreteria Convegno

 

RAFFAELLA TUTONE

Resp. Accoglienza e "PASS"

 

VERONICA ORTOLANI

P.R. Gestione Comunicazione e Mailing List -  Resp. realizzazioni garfiche e stampa materiali informativi convegno

 

GIADA CATALUCCI

Hostess di Sala

 

IMELDA ZEQIRI

Segreteria Nazionale S.I.A.F. (Coordinamento comunicaizoni Ass. I.N.S.E.U. - S.I.A.F.)

 

LANDO PIER LUIGI

Presidente Commisisone Scientifica Ass. I.N.S.E.U. (preparazione elenco relatori e introduzione loro intervento in elenco per cartelle Convegno)

 

MARCO BALDISSONE

Tecnico audio di sala. Resp. colonne sonore e video Convegno

 

CARLO SORDONI

Operatore Video/Foto

 

Per tornare all'inizio della pagina clicca qui

 

_____________________________

 

COMMENTI

 

N.B.: I nominativi dei commentatori e alcune parti del loro commento, sono state omesse per il diritto di Privacy. I commenti in originale sono comunque conservati dall’Ass. I.N.S.E.U., Ente organizzatore del Convegno Nazionale S.I.A.F. di Roma.

-------------------------------------------------------------------------------------

Buongiorno Massimo Catalucci,

sono xxxxx xxxxxx  della Scuola Psicosofia Olistica del Dott. Massimo Marinelli, ringrazio voi tutti per avermi dato la possibilità di partecipare al convegno, che peraltro mi è piaciuto sia per la qualità degli interventi sia per l'interesse che hanno stimolato in me (chi più chi meno).

La location inutile dirlo è sicuramente di prestigio, e non potrebbe essere migliore anche logisticamente parlando.

Ti ringrazio nuovamente e invio un cordiale saluto

xxxxxxxxx

PS
Dimenticavo l'intervento che mi ha colpito particolarmente è stata la testimonianza personale del consigliere provinciale On. Zaccai di venerdì mattina.  Il quale con il suo intervento è riuscito a colmare la distanza che a volte si viene a creare tra palco e platea. Ulteriore testimanianza del fatto che parlare con il cuore è sempre vincente.

-------------------------------------------------------------------------------------

Buonasera, sono io che devo ringraziare voi per aver avuto l'opportunita' di partecipare al vs convegno, molto bello, ma soprattutto interessante. Spero di aver la possibilita' di riuscire a partecipare ai prossimi seminari/corsi/convegni organizzati da voi. Grazie ancora di tutto soprattutto della vs disponibilita' e gentilezza. 

xxxxxxxxx

-------------------------------------------------------------------------------------

Per intervenuti impegni ho potuto partecipare al Convegno solo nella giornata di sabato 12 novembre, apprezzando la maggior parte degli interventi, con particolare riferimento a quelli della dott. Consiglia, del dott. Sgalambro e del mio caposcuola Miguel Angel Bertran.
L'organizzazione della giornata del sabato mi è sembrata efficiente sia quanto a rispetto dei tempi e che per  l'accoglienza dei partecipanti. Vorrei soltanto lamentare la mancata pubblicazione sul programma del convegno, distribuito all'ingresso, - a differenza  di quanto fatto per gli altri relatori - della breve sintesi dei contenuti dell'intervento di Miguel Angel Bertran, fatta pervenire per tempo sulla scheda da voi predisposta, e sostituita dai contenuti di alcune parole chiave, riportate nella scheda medesima, ma inadeguate ai fini di una, sia pur succinta, presentazione dell'intervento.

Grazie in ogni caso del grande impegno profuso per assicurare questa grande occasione di confronto tra le molte scuole che aderiscono alla SIAF!

Cordiali saluti

Xxxxxxxxxxx

-------------------------------------------------------------------------------------

BUONGIORNO MASSIMO!

 

prima: volevo ringraziarti per tutto. Per me, come relatore, era organizzata con molta cura e - anche se l'ambiente era ovviamente di lusso - con una sana semplicità.

Quello, che mi ha dispiacuto, era, che non si vedeva, che erano presenti sicurmante 100 persone. La sala era grande e cosi un po' dispersiva.

un'altro punto: per non vivere con l'anzia di andare oltre i orari previsti, si potrebbe mettere un'orologio sul tavolo e ogni persona ha x minuti. Alla fine di questi x minuti la persona deve trovare una "fine".

Mi accorgo, che quasi in tutti convengni i facilitatori/organizzatori hanno un po' di "paura" a svolgere il compito del "guardiagno del tempo".

 

Ok, questi erano i miei osservazioni.

Io mi sono sentita accolta e mi sentivo al mio agio. Era il primo convegnio, a quale ho partecipato come relatore. Ho capito, che devo amegliorare il mio italiano e adattare i contenuti al ambiente. Sono insegnante di insegnamenti sciamaniche e ho "dimenticato", d'avanti chi parlo.

Aspetto con anzia (positiva) il prossimo convegnio per ameliorare certi aspetti!

Alla fine una proposta. sento spesso discorsi sul rapporto tra il mondo olistico e sentieri spirituali. Penso, che questo potrebbe essere un tema di futuri convengi.

Grazie mille per il tuo impegnio e ti auguro, che questa energia, da te investita, ti torna 10 volte e più.

un caro saluto!

xxxxxxxxxx

 

-------------------------------------------------------------------------------------

Salve,
rispetto al convegno SIAF di Roma mi sento anzitutto in dovere di ringraziare per la possibilità di arricchimento offerta e per
l'accoglienza ricevuta. Ho trovato il luogo in cui il Convegno si è svolto confortevole e facilmente raggiungibile. Sulla qualità degli interventi, a mio modestissmo parere, è impossibile dare un'opinione univoca. Alcuni sono stati interessanti, altri interessantissimi, altri ancora coinvolgenti, se non emozionanti. Tuttavia, sempre a mio modesto parere, non sono mancati gli  interventi inutili ed in alcuni casi forse un po' ridicoli (chirologia  ad esempio, e non per l'argomento in sè, ma il modo in cui è stato trattato).

Non mi piace l'intervento di chi legge e non si discosta dallo scritto ed essendo io stesso a mio volta un insegnante ed un
formatore fatico ad accettare questa metodologia così poco coinvolgente e convincente, laddove la disciplina trattata lo sarebbe stata e forse lo stesso relatore se avesse letto di meno e dialogato di più. Detto ciò non vorrei che le mie critiche apparissero fuorvianti,  perchè ritengo complessivamente che il convegno sia stato di ottimo livello e mi auguro di poter partecipare ai successivi.
Grazie ancora

Cordiali saluti

xxxxxxxxx

-------------------------------------------------------------------------------------

Buongiorno,

ottima organizzazione. mi sono sentita a disagio con la disposizione degli uditori....in fila...al patibolo.

Avrei preferito la disposizione in cerchio anche in più file

 

xxxxxxxxxx

 

-------------------------------------------------------------------------------------

Ciao Massimo come stai?

Sono rimasta molto contenta del convegno. Alcuni interventi mi sono piaciuti tantissimo e vorrei sapere se è possibile avere la relazione o se posso richiederla direttamente al relatore e in tal caso se puoi darmi un recapito.  In particolare vorrei avere quella di Simona Vitale sulla legge di astrazione, quella di Maria Consiglia Santillo e quella di Rosalia Grande. Sono tutte molto ineressanti, non so se si possano avere tutte, ma almeno le prime due mi interessano particolarmente.

Resto in attesa di un tuo contatto per sentirci per organizzare qualche cosa qui a Nettuno. A proposito c'è qualche scuola seria di counselor in provincia di Roma o Latina?

Ti ringrazio e ti saluto affettuosamente.

 

xxxxxxxxxx

 

-------------------------------------------------------------------------------------

Salve,
Ho partecipato al convegno con una relazione il giorno 11 novembre.

Per la giornata, voglio comunicare il gradimento in relazione all'evento in cui ho riscontrato

. un clima positivo, disteso, attento

. relazioni interessanti

. contributi utili ad incrementare conoscenza e riflessione

. momenti di emozione positiva

. soddisfatta anche per come è stato accolto il mio intervento

 

 piccola nota di critica (divertita)  l'amico della lettura della mano era un pò fuori dalla congruenza ( con se stesso )

 

 Ringrazio dell'opportunità gli organizzatori e la SIAF in generale

 

 xxxxxxxxxxx

 

-------------------------------------------------------------------------------------

Ciao Massimo

 

Ti ringrazio per la possibilità che ci hai offerto e ti faccio i complimenti per l’ottima organizzazione e regia di tutto il Convegno SIAF

 

Volevo chiederti la possibilità di organizzare presso la tua Scuola/Centro una Conferenza gratuita sulla GUARIGIONE QUANTISTICA.

 

Fammi sapere

 

Un abbraccio e che la Vita ti sia Lieve.

 

xxxxxxxxxx

 

-------------------------------------------------------------------------------------

Gent.Le Sig. Catalucci,

moltissimi complimenti per come avete organizzato il convegno.

Veramente bello. Il posto era ovviamente perfetto, facilmente raggiungibile e di grande prestigio.

Mi scuso molto, e ancora di più mi dispiaccio per me, per aver equivocato con i giorni.

Spero ne organizzerete presto un altro.

 

Ho inviato alla segreteria nazionale la candidatura per le sedi regionali, come le avevo anticipato al congresso.

Ancora grazie a presto 

 

xxxxxxxx

 

-------------------------------------------------------------------------------------

carissimo Massimo , sono io che ringrazio voi, della bella giornata e della serata passata insieme. L'organizzazione è stata perfetta e tu (permettimi di darti del tu) sei stato bravissimo nel  destreggiarti in tutto, e nella presentazione e condivisone con i relatori, altrettanto bravi nell'esporre la loro matera. Un abbraccio di luce a tutta la tua famiglia.....

xxxxxxxxxx

-------------------------------------------------------------------------------------

riguardo ai commenti devo dire che siete stati professionali e disponibili e gli interventi quasi tutti interessanti.
la scelta di una sede istituzionale ha sicuramente dato un valore aggiunto al convegno anche se l'ottimo sarebbe stato avere a disposizione anche ambienti in cui fare laboratori o comunque fare esperienza di alcune proposte. mi è dispiaciuto non poter ritornare anche il sabato al convegno ma sono stata male tutta la notte con lo stomaco ed anche al risveglio la situazione non era risolta. quiandi per non rischiare di sentirmi male sugli autobus che avrei dovuto prendere ho preferito rinunciare. ringrazio te ed il tuo staff per la professionalità e  l'amore con cui avete operato.  per quanto mi riguarda poi, i pochi minuti a disposizione ed il fatto di essere xxxxxxxx relatore in scaletta non ha certamente favorito l'espressione dei punti salienti del mio metodo; ma sapevo in partenza che sarebbe stato così ed ho quindi preferito utilizzare i minuti a disposizione per  xxxxxxxxxx. ti ringrazio per il lavoro che stai e state svolgendo

a presto

xxxxxxxxxx

 

-------------------------------------------------------------------------------------

Caro Massimo,

anche io sento di dover rivolgere a te e a tutti i tuoi collaboratori un sincero ringraziamento per lo sforzo organizzativo.
Ho visto che ci sono state anche delle riprese video, e mi domandavo se fosse possibile averne una copia. Grazie.

Un caro saluto

xxxxxxxxxxx

-------------------------------------------------------------------------------------

Egr. Sig. Massimo Catalucci,

 

     Innanzitutto desidero ringraziarla infinitamente per avermi invitata al vostro Convegno. E' stata una esperienza molto stimolante e arricchente sia per la varietà degli argomenti trattati che per la possibilità di confronto con relatori provenienti da vari ambiti disciplinari.   

      

     Sono stata favorevolmente impressionata dal fatto che ci fosse "INTEGRAZIONE" nella "MOLTEPLICITA'": nel corso di tutto il convegno, infatti, si è evidenziata la presenza di un unico filo conduttore che portava al medesimo obiettivo.  

 

     Mi complimento, inoltre, per l'eccellente organizzazione (elemento molto raro!) che è emersa sia nella fase preparatoria che durante tutto lo svolgimento dell'evento, organizzazione accompagnata da un clima che era, al contempo, professionale ma di accoglienza. 

 

     Rinnovo il mio sentito "Grazie" per l'esperienza vissuta e spero di poter condividere con voi altre esperienze del genere.

 

     Con l'occasione le invio i miei migliori saluti e auguri di Buon Lavoro.

 

                                                                                                              xxxxxxxxxxxxxx

 

-------------------------------------------------------------------------------------

Gentile Massimo, le impressioni sull'incontro romano sono positive. Ho incontrato delle belle anime con cui ho avuto un piacevole scambio sia intellettuale sia empatico.

I contenuti illustrati nelle relazioni erano variegati ed i modi di esposizione variavano a seconda del relatore ovviamente. Mi congratulo in particolare per la tua capacità di tirare le fila del discorso al termine di ciascuna relazione.

Grazie.

Buon weekend

xxxxxxxxx

-------------------------------------------------------------------------------------

Gentile Massimo,

 

ringraziandola per l'impegno, la serietà e il lavoro che ha svolto per l'ottima realizzazione del III Convegno Nazionale S.I.A.F., sono con la presente a riconoscere le sue capacità organizzative e l'impegno professionale che ha dimostrato nel ricoprire il suo incarico di responsabile del Convegno che si è svolto a Roma i giorni 11 e 12 novembre. 

 

Nella speranza di averla tra i nostri collaboratori anche nei prossimi convegni, Le invio i miei saluti.

 

Cordialmente.

 

xxxxxxxxxxxxx

-------------------------------------------------------------------------------------

Per tornare all'inizio della pagina clicca qui

Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!